Al momento stai visualizzando Telefonia: disagi Telecom e indennizzi

DIRITTI: ottenere un buon servizio, in caso contrario richiedere gli indennizzi per il danno subito.
DOVERI: saldare periodicamente, entro la data prevista, il costo per la fornitura del servizio.
Federconsumatori Bologna si è attivata da tempo per consentire agli utenti, privati o commerciali, di ottenere gli INDENNIZZI/RISARCIMENTI per i disagi subiti a causa dell’illegittima interruzione della linea telefonica e comunque del malfunzionamento della stessa.
L’iniziativa di tutela dei diritti degli utenti che l’Associazione sta perseguendo da anni ha consentito nel 2014 di ottenere risultati molto positivi per circa 500 cittadini/consumatori che si sono rivolti a Federconsumatori , tramite ripristino della linea in via di urgenza, recupero crediti, indennizzi e risarcimenti.
Dopo il periodo estivo l’Associazione, tramite i suoi Legali specializzati nel settore delle telecomunicazioni e telefonia, ha inviato un reclamo a TELECOM per ottenere i risarcimenti per i cittadini di GALLIERA, rimasti senza segnale sulle linee telefoniche per un mese, a causa dei lavori sulla rete.
In base alla carta servizi dell’operatore telefonico e della normativa di settore AGCOM, infatti, in tali ipotesi, sia di sospensione del servizio che di suo malfunzionamento, l’utente ha diritto a vedersi riconoscere gli indennizzi.
In questi giorni abbiamo ricevuto numerose segnalazioni di mancanza di segnale nelle linee telefoniche TELECOM, a BOLOGNA nella zona di PIAZZA SAN FRANCESCO E VIE LIMITROFE, anche in questo caso è stata avviata un’azione di tutela per approntare gli strumenti di urgenza per ottenere il ripristino della linea e per ottenere gli indennizzi dovuti.
Anche per il 2015 continueremo a fornire assistenza e tutela a TUTTI i cittadini che si rivolgeranno a noi, convinti che per ottenere un BUON SERVIZIO occorra esercitare e perseguire i propri DIRITTI e DOVERI!
 

Ester Anderlini

Realizzato nell’ambito del Programma generale di intervento 2013 della Regione Emilia Romagna con l’utilizzo dei fondi del Ministero dello Sviluppo Economico

1.469 Visite
  • Categoria dell'articolo:NEWS
  • Tempo di lettura:2 minuti di lettura