Al momento stai visualizzando CARA BOLLETTA
3d rendered incandescent light bulb. New idea concept, creative design concept

Avviata l’indagine dell’Antitrust nei confronti di ENEL Energia

Enel Energia è al centro di un indagine dell’AGCM, (Autorità per la Concorrenza ed il Mercato), a fronte degli aumenti spropositati sulle bollette di gas e luce a mercato libero applicati da ottobre 2023 a gennaio 2024.

Dopo le nostre ripetute denunce e segnalazioni, l’Autorità per la Concorrenza ed il Mercato ha avviato un procedimento nei confronti di Enel Energia, per accertare e sanzionare opportunamente le inaccettabili condotte della società che, secondo le accuse, avrebbe messo in atto con pratiche commerciali scorrette e aggressive.

Ciò su cui l’Antitrust sta indagando sono le modalità con cui sono state comunicate ai consumatori le proposte di aumento, consistenti in modifiche unilaterali delle condizioni tariffarie che, dovrebbero essere sempre rese note con la massima trasparenza, anche a fronte delle conseguenze economiche che possono comportare.

– riporta AGCM nella sua nota.

“Definirli rincari è quasi un eufemismo: gli importi delle bollette risultano quadruplicati o quintuplicati rispetto al passato. Ma vi è di più: i numerosi cittadini che si sono rivolti ai nostri sportelli dichiarano, spesso, di non aver ricevuto alcuna informazione preventiva, in forma scritta, dalla società. Questa grave carenza informativa, oltre a violare i più basilari diritti dei consumatori, ha impedito loro, di fatto, di poter esercitare il diritto di recesso, scegliendo un fornitore con condizioni e tariffe più vantaggiose.

Un danno concreto e ingente, che ha coinvolto molti cittadini, per cui ora riteniamo doveroso che la società paghi le conseguenze.

Molti utenti lamentano infatti di non aver ricevuto alcun avviso, mentre altri, che ricevono le fatture via mail, precisano che l’informativa sugli aumenti inviata da Enel Energia appariva come un semplice messaggio promozionale e senza alcuna adeguata segnalazione sulla sua effettiva natura è stata, per via del suo formato, dirottata tra lo spam, impedendo di fatto di comprenderne il reale contenuto ed, eventualmente, di esercitare il recesso.

Federconsumatori, in tutti i suoi sportelli, è pronta ad assistere chi ha subito rincari indiscriminati e a contestare le fatture illegittime, in un mercato che la liberalizzazione e l’abolizione delle tutele ha reso sempre più aggressivo e meno trasparente, a danno esclusivo degli utenti.

121 Visite
  • Categoria dell'articolo:Senza categoria
  • Tempo di lettura:3 minuti di lettura