"Green pass" o passaporto vaccinale: facciamo il punto!

AGGIORNAMENTO (21/06/2021)Tutte le certificazioni associate alle vaccinazioni effettuate saranno rese disponibili entro il 28 giugno. Chi ha ricevuto via sms o email il codice per avvenuta vaccinazione, test negativo o la guarigione da COVID-19 può già scaricare la Certificazione verde dal sito www.dgc.gov.it con Tessera sanitaria o identità digitale (SPID o CIE), oppure dall'app IO o dall'app Immuni. In ogni caso la procedura è semplice e guidata. Prossimamente sarà possibile trovare la propria certificazione nel rispettivo Fascicolo Sanitario Elettronico Regionale. In Italia Le “certificazioni verdi Covid-19” sono state introdotte dal Decreto Legge 22 aprile 2021, n. 52, per consentire lo spostamento tra territori in zona arancione o rossa in assenza di comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità, motivi…

Continua a leggere"Green pass" o passaporto vaccinale: facciamo il punto!

In vigore il regolamento UE anti-geoblocking: da oggi è illegittimo discriminare i consumatori per stato di residenza.

Da oggi, 3 dicembre, entra in vigore il regolamento UE 302/2018 recante disposizioni volte a impedire i blocchi geografici ingiustificati e altre forme di discriminazione basate sulla nazionalità, sul luogo di residenza o sul luogo di stabilimento dei clienti nell'ambito del mercato interno e con riferimento ai servizi online. In altri termini, diviene illegittimo frazionare artificiosamente il mercato interno dell'Unione Europea, il quale, ai sensi dei Trattati, è unico. Ne consegue che il consumatore italiano deve potere accedere ai servizi e ai beni offerti online su un sito internet di qualsiasi paese europeo senza che sia possibile opporgli alcuna politica discriminatoria. D'altro canto a tutti noi è capitato di non poter acquistare online il nostro profumo preferito o il…

Continua a leggereIn vigore il regolamento UE anti-geoblocking: da oggi è illegittimo discriminare i consumatori per stato di residenza.

Rafforzati i diritti dei passeggeri nel trasporto su strada

È entrato in vigore il Regolamento Europeo n. 181/2011 che introduce, per la prima volta, nel nostro ordinamento la tutela dei diritti dei passeggeri in autobus, modellata sulla falsariga del trasporto aereo. Il regolamento si applica ai passeggeri che viaggiano con servizi regolari per categorie di passeggeri non determinate (quindi non ai trasporti occasionali "charter" o a noleggio) il cui punto d’imbarco o sbarco è situato nel territorio di uno Stato membro

Continua a leggereRafforzati i diritti dei passeggeri nel trasporto su strada