Al momento stai visualizzando Disponibili le APP Salvabollette di Federconsumatori !

Mercato libero e mercato tutelato, offerte non sempre chiare per i contratti di fornitura
di energia elettrica e gas: per i consumatori spesso è una giungla nella quale è difficile
capire dove sta la convenienza.
Un groviglio complicato anche dai tanti operatori che, per accaparrarsi clienti, utilizzano
metodi truffaldini per estorcere contratti, con il risultato che tra i consumatori italiani la
diffidenza è altissima e, più che in altri paesi europei, sono poco propensi a cambiare
contratto.
Si aggiunge anche il Ddl concorrenza approvato nei giorni scorsi dal Parlamento che
prevede, dal 1° luglio 2019, la fine del mercato di maggior tutela, che riguarda oltre 20
milioni di utenze. Una sfida importante per i consumatori che hanno bisogno di
strumenti e assistenza per fare una scelta conveniente e consapevole.
Proprio per fornire strumenti rapidi ed efficienti di controllo delle bollette, Federconsumatori
Emilia Romagna, ha ideato ex novo delle App che i consumatori possono scaricare
gratuitamente sul proprio smartphone che permettono in ogni momento fare, in modo
semplice, un primo calcolo dei costi in base ai propri consumi.
E’ possibile inoltre fare comparazioni tra le tariffe offerte sul mercato libero e su quello
tutelato, per potere scegliere consapevolmente quale è il contratto più vantaggioso da
stipulare.
Le App, con l’icona del salvagente, sono scaricabili dal Play store di Google cercando
“Calcola Bolletta Gas/ oppure luce/ oppure acqua”.
Le App sono di facile utilizzo e contengono tutte le istruzioni e tante informazioni
necessarie per capire il mondo delle bollette. Per un aiuto e una consulenza ci si può
anche rivolgere agli Sportelli di Federconsuamtori
Il progetto APP Salvabollete è stato realizzato nell’ambito del Programma generale di
intervento della regione Emilia Romagna con l’utilizzo di fondi del Ministero dello
sviluppo economico. Ripartizione 2015.
Bologna, 25 settembre 2017

sicurezza-casa-1

“Realizzato nell’ ambito del Programma generale di intervento della Regione Emilia-Romagna con l’utilizzo dei fondi del Ministero dello sviluppo economico. Ripartizione 2015″.

1.020 Visite
  • Categoria dell'articolo:NEWS
  • Tempo di lettura:2 minuti di lettura