You are currently viewing Aumento tariffario del trasporto pubblico locale di Bologna e provincia

Dal 1° febbraio 2011 sono scattati gli aumenti sui servizi di trasporto locale, bus e treni ATC e FER. Gli aumenti, che allineano i prezzi delle due aziende a quelli praticati sulle tratte regionali da Trenitalia, riguardano sia i biglietti di corsa singola, sia gli abbonamenti, con rincari variabili a seconda della tipologia di biglietto e che toccano anche il 28% (senza contare l’aumento del 50% del biglietto orario venduto direttamente sul bus tramite macchinetta self-service, che passa da 1 a 1,5 euro).
Gli aumenti non sono piaciuti ai sindacati, agli utenti e alle Associazioni dei Consumatori. A questo proposito, riteniamo che, in un momento di grave crisi economica che sta già pesantemente condizionando le scelte economiche delle famiglie, un aumento di questa portata provochi un ulteriore duro colpo a quelle fasce di popolazione, i lavoratori pendolari e gli studenti in particolare,  già pesantemente vessati. Inoltre, un aumento di prezzo così consistente non è stato né affiancato né tantomeno preceduto, come sarebbe stato auspicabile, da misure di razionalizzazione dell’intera azienda, di miglioramento del servizio, di controllo degli sprechi, e soprattutto di limitazione dell’abusivismo, ancora troppo diffuso sui mezzi locali.
RASSEGNA STAMPA:
articolo Il Resto del Carlino 3/02/2011
articolo La Repubblica Bologna 3/02/2011
(Foto “In corriera” di poluz su Flickr.com)

724 Visite
  • Categoria dell'articolo:News / TRASPORTI E TURISMO
  • Tempo di lettura:2 min. di lettura