You are currently viewing Bonus prima casa under 36

Per favorire l’autonomia abitativa dei giovani residenti sul nostro territorio il decreto legge n. 73/2021, noto come decreto Sostegni bis, ha introdotto nuove agevolazioni fiscali in materia di imposte indirette per l’acquisto della cosiddetta “prima casa”. Inoltre, è stato rifinanziato il Fondo di garanzia per la prima casa per il 2022 con 250 milioni di euro.

Quali sono i requisiti per accedervi?

  • Per godere del bonus, il beneficiario deve dichiarare la sussistenza dei requisiti nel contratto o in un documento allegato;
  • Bisogna richiederlo entro il 30 giugno 2022;
  • Non aver ancora compiuto 36 anni di età;
  • Avere un ISEE non superiore a 40 mila euro annui. L’ISEE si riferisce al nucleo familiare, ovvero i soggetti componenti la famiglia anagrafica alla data di presentazione della DSU.
  • Non essere proprietari di un’altra abitazione.

Quali sono i vantaggi?

  • Le agevolazioni non riguardano solo l’acquisto, ma anche la costruzione e la ristrutturazione dell’immobile (prima casa);
  • L’agevolazione si estende anche all’acquisto delle pertinenze dell’abitazione principale, ad es il box auto, tettoie, locali di deposito;
  • È prevista l’esenzione dal pagamento dell’imposta di registro, ipotecaria e catastale;
  • In caso di acquisto soggetto a Iva, è riconosciuto anche un credito d’imposta pari all’imposta pagata per l’acquisto, che potrà essere utilizzato a sottrazione delle imposte dovute su atti, denunce e dichiarazioni dei redditi successivi alla data di acquisto o usato in compensazione tramite F24;
  • Non è dovuta l’imposta sostitutiva delle imposte di registro, di bollo, ipotecarie e catastali e delle tasse sulle concessioni governative;
  • Si applica anche agli immobili acquistati tramite asta giudiziaria;
  • Le agevolazioni NON si applicano ai contratti preliminari di compravendita.

In caso di “insussistenza” delle condizioni e dei requisiti per usufruire del bonus o di “decadenza” dalle stesse agevolazioni, sono state previste delle conseguenze. Più precisamente, prevede il recupero delle imposte dovute, l’applicazione degli interessi e l’irrogazione di sanzioni, secondo quanto stabilito per le ipotesi di decadenza dalle agevolazioni prima casa.

Immagine di Tumisu da Pixabay https://pixabay.com/images/id-5902665/

33 Visite
  • Categoria dell'articolo:casa
  • Tempo di lettura:2 min. di lettura